1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

Normativa

Le Agenzie Fiscali sono disciplinate dal Capo II del d.lgs. n.300/99, recante la riforma del Ministero dell'Economia e delle Finanze e dell'amministrazione fiscale. L'art. 56 del decreto attribuisce al Ministero dell'Economia e delle Finanze le funzioni di "indirizzo, vigilanza e controllo sui risultati di gestione delle Agenzie Fiscali, nel rispetto dell'autonomia gestionale ad esse attribuita", nonché il coordinamento delle attività e dei rapporti tra le Agenzie fiscali e gli altri enti e organi che comunque esercitano funzioni nei settori della fiscalità di competenza dello Stato.
E' poi l'art. 57 ad istituire le Agenzie fiscali, attribuendo loro le funzioni un tempo esercitate dai Dipartimenti delle Entrate, delle Dogane, del Territorio e da altri uffici del Ministero. Le regioni e gli enti locali hanno inoltre la possibilità d'attribuire alle Agenzie la gestione di una parte o della totalità delle funzioni ad essi spettanti, definendone i limiti in apposite convenzioni.
Successivamente, il d.lgs. 3 luglio 2003 n.173 ha apportato alcune importanti modifiche alla disciplina dell'Agenzia. Le più rilevanti riguardano i criteri di nomina e composizione degli organi aziendali, la nuova denominazione del Comitato Direttivo (ora Comitato di Gestione), l'ampliamento al triennio dell'orizzonte temporale proprio della Convenzione e la trasformazione dell'Agenzia del Demanio da ente pubblico non economico ad ente pubblico economico, i cui rapporti col Ministero sono regolati da un vero e proprio contratto di servizio.

Per quanto riguarda più genericamente il rapporto di lavoro del pubblico impiego, si può fare riferimento alla raccolta normativa curata dalla FP nazionale e pubblicata sul sito nazionale.