1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina

La CGIL scende in campo contro la precarietà e per il lavoro di tutti e lancia un nuovo Statuto delle Lavoratrici e Lavoratori con la Carta dei Diritti Universali del Lavoro

La "carta dei diritti universali del lavoro ovvero nuovo Statuto delle lavoratrici e lavoratori" si propone di contrastare le molte  disuguaglianze, discriminazioni e divisioni che oggi caratterizzano il mondo del lavoro tutto.
Molti sono i provvedimenti legislativi che negli ultimi anni  hanno colpito pesantemente le lavoratrici e i lavoratori. Il blocco della contrattazione nel pubblico impiego, l'estensione della derogabilità a leggi e contratti, le possibilità, moltiplicate, di ricorrere a contratti precari e in ultimo il Jobs act,  sono tutti provvedimenti che hanno inciso profondamente sulla possibilità per le persone di lavorare con continuità e dignità. Condizioni che, peraltro, sono base fondamentale per lo sviluppo delle persone e della società di cui sono parte.
Occorre quindi una  "Carta" che richiamandosi ai principi costituzionali, come fu per la Legge 300/70, riporti la Costituzione in tutti i luoghi di lavoro, siano essi pubblici o privati e che, attraverso la riscrittura di diritti nel mondo del lavoro a valere per tutti, sia adeguata ad una società che cambia velocemente e che ha bisogno di innovazione.
Con questa proposta la Cgil vuole ridare Diritti, Democrazia e Dignità al Lavoro, guardando in avanti, leggendo il cambiamento, innovando gli strumenti contrattuali, preservando i diritti riconosciuti come fondamentali, estendendoli a tutti i lavoratori senza distinzione, perché fondamentali e, come tali,  inderogabili.

 
 

clicca sulle immagini sottostanti per scaricare il contenuto

 
.
 
.
.
 
.
 
 
 
 

E' al via la consultazione straordinaria di tutte le iscritti e tutti gli iscritti per rappresentare e condividere i contenuti della Carta dei Diritti Universali del Lavoro che diventerà una proposta di Legge di iniziativa popolare per un  nuovo statuto delle lavoratrici e lavoratori. La Funzione Pubblica sta organizzando assemblee in tutti i posti di lavoro, grazie anche al supporto della confederazione,  per consentire a tutte le iscritte ed iscritti alla nostra organizzazione ma anche a tutti coloro che lo riterranno di partecipare a questo importante progetto.