1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina
 

LUNEDI' 13 DICEMBRE, DALLE ORE 11,00 ALLE 13,00 IN PRESIDIO DAVANTI I CANCELLI DEL CANTIERE DI VIA CALARI A ZOLA PREDOSA - BOLOGNA -

I FATTI
Nella notte tra giovedì' 9 e venerdì 10 dicembre durante i servizi di raccolta porta a porta della plastica nel comune di Casalecchio di Reno, si e' verificato un grave incidente nel centro operativo in via Calari di Zola Predosa, gestito per conto di Hera, dalla coop sociale la Fraternità.
La dinamica dell'incidente, che e' ancora al vaglio degli organi preposti, ha coinvolto un lavoratore (pare assunto da poche settimane) che all'interno del centro operativo durante le operazioni di scarico del materiale raccolto, e' rimasto incastrato con un braccio all'interno dei meccanismi che pressano i rifiuti. Per poterlo liberare sono dovuti intervenire i vigili del fuoco.

PER NOI UN INCIDENTE ANNUNCIATO
Lo scorso 29 novembre lo abbiamo ripetuto durante il presidio tenuto davanti il comune di Zola Predosa dove, insieme al Sindaco in rappresentanza dei Sindaci del territorio, abbiamo manifestato la totale contrarietà al passaggio dal 1° Dicembre, voluto da Hera, dei servizi ambientali di raccolta rifiuti e spazzamento dei Comuni dell'unione Valli del Reno, Lavino, Samoggia, dalla Coop Brodolini alla Coop Sociale La Fraternità.
Passaggio avvenuto senza l'applicazione della clausola sociale e quindi con il trasferimento del personale fino ad allora impiegato in quel territorio in altri cantieri in barba alla garanzia di continuità operativa sul servizio, alla conoscenza del territorio e alla preparazione professionale espressa negli anni.
La Coop sociale la Fraternità, oltre a non applicare il contratto di lavoro di riferimento per il settore ambiente, si e' fino ad ora sottratta ad un confronto con le Organizzazioni Sindacali, chiesto per verificare l'organizzazione del lavoro e il possesso da parte del personale dell'adeguata formazione, indispensabile per affrontare in sicurezza questi importanti e rischiosi servizi.

CHE NON RIMANGA UN FATTO DI CRONACA IN ATTESA DEL PROSSIMO
Questo incidente è stato riportato dalle cronache sugli organi di stampa, ma non può e non deve rimanere un fatto di cronaca in attesa del prossimo.
Chiediamo nuovamente con forza ad Hera e alla Città Metropolitana di aprire un tavolo di confronto con le Organizzazioni Sindacali per ristabilire le dovute garanzie di sicurezza per il personale oltre che l'applicazione del contratto di settore e per ristabilire lo standard qualitativo dei servizi che il territorio ha sempre conosciuto.