1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
testata per la stampa della pagina

Contenuti della pagina
 

Il 23 Novembre 2017 il Ministero per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione ha inviato alle pubbliche amministrazioni la circolare 3/2017 che reca le indicazioni necessarie a dare applicazione ai contenuti dell'art. 20 del D.Lgs 75/2017 finalizzato al superamento del precariato nella Pubblica Amministrazione e come FP CGIL di Bologna ci siamo attivati immediatamente sollecitando le Amministrazioni del nostro territorio ad avviare i percorsi che la norma prevede. 
La suddetta circolare che si chiama "Indirizzi operativi in materia di superamento del precariato", riporta i requisiti necessari che devono essere posseduti, dai lavoratori con contratto a tempo determinato e dai lavoratori con contratto atipico, per poter accedere al percorso di stabilizzazione che le Amministrazioni devono attuare.

Requisiti per la stabilizzazione del personale infermieristico tecnico/professionale del Servizio Sanitario Nazionale

I lavoratori con contratto a tempo determinato devono essere stati assunti da una graduatoria a seguito di una procedura concorsuale;
devono aver maturato negli ultimi otto anni calcolati a partire dal 31 dicembre 2017, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, presso amministrazioni pubbliche, anche diverse dal SSN;
devono aver prestato servizio con contratto a tempo determinato anche solo per un giorno dopo la data del 28 agosto 2015.

Requisiti per la stabilizzazione del personale della Pubblica Amministrazione

I lavoratori con contratto a tempo determinato devono essere stati assunti da una graduatoria a seguito di una procedura concorsuale;
devono aver maturato negli ultimi otto anni calcolati a partire dal 31 dicembre 2017, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, presso un unico ente/amministrazione. Questo non vale nei casi di riorganizzazioni dovute a riordino istituzionale, (es. Unioni/Fusioni di comuni, Trasferimento di funzioni da province ad altri enti) per i quali,  i periodi fatti nelle diverse amministrazioni, si sommano;
devono aver prestato servizio con contratto a tempo determinato anche solo per un giorno dopo la data del 28 agosto 2015.

Requisiti per la riserva concorsuale dei lavoratori con contratto atipico

I lavoratori con contratto atipico devono aver maturato negli ultimi otto anni calcolati a partire dal 31 dicembre 2017, almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, presso un unico ente/amministrazione. Questo non vale nei casi di riorganizzazioni dovute a riordino istituzionale, (es. Unioni/Fusioni di comuni, Trasferimento di funzioni da province ad altri enti) per i quali,  i periodi fatti nelle diverse amministrazioni, si sommano;
devono aver prestato servizio con contratto atipico anche solo per un giorno dopo la data del 28 agosto 2015.